top of page

PIANO DI TRANSIZIONE 5.0 Quali sono i vantaggi e le novità




È stato emesso il decreto legge che introduce il nuovo Credito d’Imposta Transizione 5.0 che prevede un credito di imposta fino al 45% per le aziende che investono nella doppia transizione ecologica e digitale.



Questa disposizione permette di accedere a significativi crediti di imposta per le aziende che miglioreranno la loro efficienza energetica. In particolare per investimenti fino a € 2.5 M. si potrà beneficiare di un credito di imposta del 45%, immediatamente compensabile in 1 annualità o in modo proporzionale nei 5 anni successivi.





È stata inclusa, per la prima volta, la possibilità di ottenere il credito d’imposta per l’installazione di impianti fotovoltaici che siano volti a coprire i consumi dell’azienda.



Possono usufruire delle agevolazioni tutte le imprese residenti nel territorio dello Stato e le stabili organizzazioni nel territorio dello Stato di soggetti non residenti, indipendentemente dalla forma giuridica, dal settore economico di appartenenza, dalla dimensione e dal regime fiscale di determinazione del reddito dell’impresa.



Il provvedimento limita il contributo esclusivamente agli impianti realizzati come moduli prodotti negli stati membri dell’Unione Europea, distinguendoli in 3 categorie.


a) moduli fotovoltaici realizzati negli Stati membri dell’Unione europea con un’efficienza a livello di modulo almeno pari al 21,5 per cento;


b) moduli fotovoltaici con celle, realizzati negli Stati membri dell’Unione europea con un’efficienza a livello di cella almeno pari al 23,5 per cento;


c) moduli realizzati negli Stati membri dell’Unione europea composti da celle bifacciali ad eterogiunzione di silicio o tandem prodotte nell’Unione europea con un’efficienza di cella almeno pari al 24,0 per cento.








13 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comments


bottom of page