top of page

LA POMPA DI CALORE CON IL FOTOVOLTAICO

Aggiornamento: 18 apr 2022

Funzionamento e vantaggi


La pompa di calore con il fotovoltaico

L’esigenza di investire sul risparmio energetico, l’attenzione e l’utilizzo delle risorse naturali ed il conseguente utilizzo delle fonti rinnovabili, sta cambiando la concezione impiantistica. Lo spostamento verso un pianeta sostenibile è implementato dalla maggiore consapevolezza dei cambiamenti climatici, ma soprattutto, dalle direttive e dai bonus di efficientamento energetico.

Attualmente sul mercato sta prendendo sempre più piede l’utilizzo delle pompe di calore idroniche (aria/acqua, terra/acqua, acqua/acqua) come sistema principale per la produzione di riscaldamento, raffrescamento e acqua calda sanitaria a discapito dei combustibili fossili.


LA POMPA DI CALORE CON IL FOTOVOLTAICO: IL FUNZIONAMENTO

I consumatori sono sempre più attenti a trasformare la loro casa in un edificio che produce e consuma energia e i tecnici sono destinati ad avere un ruolo fondamentale.

La progettazione di impianti integrati pompe di calore e fotovoltaico rappresentano un‘interessante opportunità di crescita per i tecnici, sono richieste competenze trasversali che favoriscono la creazione di sinergie fra gli operatori del settore elettrico e del settore idraulico, che devono unire le loro competenze per veicolare sul mercato soluzioni integrate.

Se si vuole coprire annualmente il consumo elettrico dell’edificio si deve considerare il meccanismo dello Scambio sul Posto, in assenza di questo occorre valutare la produzione e il consumo giornaliero bilanciandoli con un sistema a batteria di accumulo.


I VANTAGGI

I vantaggi nell’abbinare l’impianto fotovoltaico alla pompa di calore è:

  • La riduzione dei consumi in bolletta, favorendo così l’autoconsumo fotovoltaico.

  • Accumulare energia termica, trasformando l’impianto e l’edificio in batterie termiche.

  • Settare la pompa di calore in modalità comfort (temperature più elevate) proprio quando il fotovoltaico supererà una soglia di produzione, favorendo così l’accumulo di energia termica per la produzione di acqua calda sanitaria, riscaldamento e raffrescamento.

  • Una riduzione delle eccedenze del fotovoltaico se utilizzeremo il meccanismo dello scambio sul posto perché i consumi elettrici dell’edificio aumentano andando a compensare l’energia immessa in rete.

SVANTAGGI

Non ci sono svantaggi :)

Per questo tipo di abbinamento se viene fatto in modo corretto, più energia elettrica prodotta e più la pompa di calore produce calore.


Post recenti

Mostra tutti

Comments


bottom of page